Ente Olivieri Pesaro
pubblicata da 25 giorni
, il 22 ottobre 2018 (lunedì) alle 15:32

Note oliveriane/Autunno - Le fonti musicali oliveriane

Mercoledì 24 ottobre, alle ore 17,30 presso la sala convegni di Confindustria – via Cattaneo 34, Pesaro (g.c.) - con l’incontro Le fonti musicali oliveriane, a cura di Brunella Paolini, si conclude il ciclo Note Oliveriane/Autunno promosso dall’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani, organizzato in occasione della proclamazione di Pesaro come Città della musica, in linea con le celebrazioni rossiniane nel 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini.

 

La Biblioteca Oliveriana, pur non essendo una biblioteca musicale, conserva tra i propri fondi numerose testimonianze interessanti e utili alla ricostruzione e alla narrazione delle attività musicali dei secoli passati come anche di periodi storici più recenti. Alcuni testimoni sono noti e sono stati ampiamente studiati, altri invece non sono ancora stati oggetto di accurate indagini. Di certo, però, l’insieme della raccolta non è stata fino ad ora illustrata nelle sue diverse componenti. L’incontro Le fonti musicali in Oliveriana si propone l’obiettivo di iniziare un nuovo percorso in questo senso e si pone quindi come l’inizio di una ricerca che, anche con l’intervento di musicologi e specialisti del settore, contribuisca ad una sempre più aggiornata conoscenza dei documenti e della storia che essi sono in grado di raccontare. Sono, inoltre, in programma esecuzioni musicali di brani tratti dai documenti oliveriani, curati da Pamela Lucciarini e dai suoi allievi iscritti all’Associazione Marchigiana di Musica Antica.

 

Brunella Paolini è bibliotecaria in ruolo presso la Biblioteca Oliveriana dal 2010. In precedenza, dopo gli studi umanistici presso l’Università degli Studi di Urbino, il Diploma di Pianoforte conseguito presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro e il Master in Progettazione e gestione dei servizi documentari avanzati conseguito sempre presso l’Università degli Studi di Urbino, ha lavorato presso diverse amministrazioni e istituti culturali (Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino, Università di Urbino, Biblioteca Oliveriana, Biblioteca del Conservatorio “G. Rossini”, Fondazione Rossini di Pesaro, ecc.) occupandosi in particolare della gestione delle collezioni bibliografiche antiche, degli archivi e dei manoscritti musicali.

Ha svolto attività di docenza nell’ambito del corso di Filologia Musicale organizzato dalla Fondazione Rossini e presso l’Università degli Studi di Urbino dove ha ricoperto il ruolo di docente a contratto in Catalogazione e Classificazione nell’ambito del corso di Laurea Editoria, Informazione e Sistemi Documentari.

Ha pubblicato una monografia sulla storia della Cappella Musicale di Sant’Angelo in Vado, il catalogo delle mostre oliveriane realizzate tra il 2015 e il 2016 e diversi saggi di argomento biblioteconomico inerenti la progettazione e lo sviluppo della biblioteca digitale e la gestione delle collezioni digitali e i principi bibliografici e blioteconomici relativi alla gestione di fondi librari e archivistici antichi e moderni.


Pamela Lucciarini debutta con Bressan nel Don Giovanni di Mozart col ruolo di Elvira. L’anno seguente sotto la direzione di Fabio Biondi interpreta l’Opera La Didone di Cavalli a Torino. Nel 2009 con Riccardo Muti si esibisce a L’Opera Garnier e a Ravenna Festival con l’Opera Demofoonte di N. Jommelli e con La Venexiana interpreta L’Incoronazione di Poppea a La Cité de la Musique, registrando per Glossa. Negli anni successivi con F. Biondi canta in Norvegia Ascanio in Alba di Mozart e a Jesi, Cuenca, Cracovia La Fenice sul rogo di Pergolesi. Con Cantar Lontano si esibisce ad Innsbruck, Anvers, Utrecht. Con E. Onofri in prima moderna inscena Antigono di Mazzoni a Lisbona. Recentemente ha preso parte al Festival delle Nazioni in una prima assoluta di F.M. Paradiso e alla Stagione concertistica degli Amici della Musica di Ancona ha cominciato un percorso triennale dedicato alla musica del Seicento. Svolge attività di insegnamento nell’ambito delle attività dell’Associazione Marchigiana di Musica Antica e in corsi specialistici organizzati in varie città d’Italia.

 

 

L’iniziativa è promossa dall’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani di Pesaro, in collaborazione con l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, lUniversità dell’età libera ed Enti Concerti di Pesaro, con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

 

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

Info: Biblioteca Oliveriana Pesaro, tel. 0721.33344; biblio.oliveriana@provincia.ps.it ; www.oliveriana.pu.it


© 2005-2018 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]