Ente Olivieri Pesaro
pubblicata da 128 giorni
, il 14 giugno 2018 (giovedì) alle 13:37

I libri di Oz - con Antonio Faeti

L’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani, in collaborazione con l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, promuove per martedì 19 giugno alle ore 21.15 presso la corte interna della Biblioteca Oliveriana (via Mazza, 97- Pesaro) un incontro con Antonio Faeti che presenterà il volume I libri di Oz di L. Frank Baum, tradotti e raccontati da  Chiara Lagani e illustrati da Mara Cerri.

 

L. Frank Baum (1856-1919) è stato uno scrittore statunitense, ma anche produttore teatrale e cinematografico. Il suo libro più famoso è Il meraviglioso Mago di Oz (1900), che fu immediatamente un best seller e diventò un musical messo in scena da Broadway e in tutti gli Stati Uniti per anni e anni (nel 1939 il film di Fleming, con Judy Garland, che tutti ricordano).

Dopo Il meraviglioso mago di Oz Baum scrisse altri tredici romanzi – e una sessantina di racconti non-Oz, in parte firmati con pseudonimo - ambientati nello stesso mondo, con la piccola Dorothy e i suoi vecchi amici, ai quali se ne aggiungono via via di nuovi non meno bizzarri e simpatici, come Testadizucca, lo Scarasaggio Sommamente Eccessivo, la gallina Billina, la Tigre Famelica, l’automa Tic-Toc che pensa e parla solo se caricato a molla, e tanti altri. I romanzi successivi, sebbene poco o nulla conosciuti in Italia, non sono affatto inferiori al capostipite. La saga dei libri di Oz non cessò con la morte del suo autore, ma proseguì a firma di altri scrittori fino al 1963, totalizzando quaranta uscite. Gli autori dei cosiddetti “Famosi Quaranta” continuarono sempre a firmarsi “storici reali di di Oz”.

 

Chiara Lagani, fondatrice della compagnia teatrale Fanny & Alexander, negli anni scorsi ha messo in scena un ciclo di spettacoli tratti dai libri di Oz: ora, per questo volume dei Millenni edito da Einaudi, ha tradotto e antologizzato i quattordici romanzi, ha scritto i collegamenti tra un episodio e l’altro per fornire le informazioni necessarie sulle parti tagliate, ha corredato il volume di brevi note che mettono in luce ulteriori riferimenti tra i vari racconti. In collaborazione con lei, Mara Cerri ha realizzato i disegni a colori e in bianco e nero che accompagnano le storie di Dorothy e dei suoi soci.

Così anche il pubblico italiano può percorrere in un solo volume, per la prima volta, l’intero ciclo dei libri di Oz passando da un romanzo all’altro come se fossero i capitoli di un’unica grande storia e recuperando il fascino di una saga che negli Stati Uniti si è radicata nell’immaginario collettivo ed è stata oggetto delle più svariate interpretazioni, da quelle politiche a quelle religiose, gnostiche, psicanalitiche.

Ma l’assoluto valore di questi romanzi sta proprio nel non farsi costringere in nessuno schema interpretativo; la libertà narrativa di Baum, la sua continua invenzione fantastica, gli esilaranti giochi linguistici, l’ambivalenza emotiva, fra comicità, paura e malinconia, attivano da sempre una misteriosa complicità con i lettori di ogni età che appartiene ai piaceri dell’intelligenza e alla sostanza della vera letteratura.

 

 

Antonio Faeti (Bologna 1939), dopo aver insegnato per anni alle scuole elementari, è stato titolare della prima cattedra universitaria italiana di Storia della letteratura per l’infanzia al Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna. Ha poi insegnato Grammatiche della Fantasia all’Accademia di Belle Arti di Bologna e ha tenuto corsi annuali di alta formazione in pedagogia nell'ambito di Genus Bononiae, una fondazione culturale e artistica di quella città. Ha pubblicato saggi, romanzi e libri per ragazzi. Fra i suoi libri più conosciuti si ricordano Palomares (1967), un romanzo a fumetti antesignano dei “graphic novel”; Guardare le figure (1972); In trappola col topo. Una lettura di Mickey Mouse (1986); I diamanti in cantina (2001) e, più di recente, Gli amici ritrovati. Tra le righe dei grandi romanzi per ragazzi (2010), Il sillabario e la baionetta. Tre testi per l’unità degli italiani (2011), Guardare le figure. Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia (2011) e La storia dei miei fumetti. L’immaginario visivo italiano fra Tarzan, Pecos Bill e Valentina (2013).

 

Chiara Lagani (Ravenna 1974) è drammaturga, attrice e autrice teatrale. Ha fondato, con Luigi De Angelis, il gruppo teatrale Fanny & Alexander, con il quale ha realizzato, tra gli altri, il progetto triennale Ada, cronaca familiare, ispirato al romanzo di Nabokov e vincitore di due premi Ubu e, tra il 2007 e il 2011, un ciclo di undici performance e spettacoli dedicati al Mago di Oz. Da oltre un decennio porta avanti un percorso di formazione per attori e drammaturghi tenendo corsi di scrittura e recitazione nei più importanti teatri, scuole e università italiane ed europee. Da cinque anni conduce un laboratorio sperimentale per l’infanzia dal titolo Pianeta giallo.

 

Mara Cerri (Pesaro 1978) è illustratrice e autrice di cinema d’animazione. Tra gli albi illustrati pubblicati: Via Curiel 8 e A una stella cadente di cui è autrice anche dei testi, Il nuotatore di Paolo Cognetti, La pantera nera sotto il letto di Andrea Bajani, E non mi fermo di Albino Pierro (Orecchio Acerbo Editore) e Occhi di vetro dei Fratelli Mancuso (Else Edizioni). Il corto animato Via Vuriel 8, realizzato con Magda Guidi, ha vinto nel 2011 la sezione Corti Italia del Torino Film Festival.

 

Nel pomeriggio alle ore 17,30 presso la libreria Le foglie d'oro in via Gavelli 2:
Viaggio in giornata  nel mondo di Oz.

Guide autorizzate: Chiara Lagani (drammaturga, attrice e traduttrice) e Mara Cerri (illustratrice )

Con la complicità di Silvia Veroli (giornalista).

 

L’iniziativa è promossa dall’Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani di Pesaro, in collaborazione con l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana” con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro e Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.

 

 

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti

 

Info: Biblioteca Oliveriana Pesaro, tel. 0721.33344;  biblio.oliveriana@provincia.ps.it, www.oliveriana.pu.it 


© 2005-2018 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]