Ente Olivieri Pesaro

Ariosto oggi

“L’aventurosa sua fortuna”.

Incontri ariosteschi a 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando furioso

 dicembre 2016 / febbraio 2017

auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (g.c.), ore 18.00

piazza Antaldi, 2 – Pesaro

 

Sabato 21 gennaio alle ore 18.00, nell'auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (piazza Antaldi, 2), Stefano Jossa, docente presso la Royal Holloway University of London, terrà una conferenza dal titolo Ariosto oggi.

Tolkien, Borges, Calvino, Jim Jarmusch e Silvio Soldini: che c'entrano con Ariosto? Tradizionalmente considerato il "campione del Rinascimento italiano", l'Orlando furioso viene sempre più spesso riproposto come il classico che meglio ci consente di interpretare ed esprimere il nostro tempo di ricerche espressive, dubbi esistenziali e incertezze politiche. A partire da riletture e riscritture di autori contemporanei, dalla letteratura al cinema, alla pittura e ai fumetti, si discuterà dei motivi per cui un poema di cinquecento anni fa può essere ancora tanto produttivo nella cultura contemporanea. 

 

Stefano Jossa insegna letteratura e cultura italiane alla Royal Holloway University of London. Tra i suoi libri più importanti si segnala la monografia su Ariosto pubblicata da il Mulino nel 2009, oltre a vari studi sulla letteratura e identità italiana (L'Italia letteraria, il Mulino, 2006; Un paese senza eroi. L'Italia da Jacopo Ortis a Montalbano, Laterza, 2013; Scritture di resistenza. Sguardi politici dalla narrativa italiana contemporanea, Carocci, 2014).

 

Presso la Biblioteca Oliveriana resta aperta fino al 28 febbraio la mostra dedicata a Le edizioni illustrate dell’Orlando furioso. La collezione Giuseppe Picciola della Biblioteca Oliveriana.

Cinquecento anni fa, nell’aprile del 1516, dai torchi della stamperia ferrarese di Giovanni Mazzocco dal Bondeno, usciva l'Orlando furioso. Da allora il poema, con le fantasiose avventure dei suoi personaggi e la duttilità della sua complessa struttura narrativa, non ha mai smesso di agire, in Italia e fuori d’Italia, come modello formale e repertorio di immagini per artisti di ogni ambito creativo.

Un’opera antica da riscoprire come cosa nuova, dalla straordinaria fioritura di edizioni illustrate cinquecentesche all’incisività di alcuni temi e all’influenza che Ariosto ancora esercita nel Novecento e nella cultura contemporanea, nella convinzione che ancora oggi, da vero classico, l’Orlando furioso non abbia ancora finito di dire quel che ha da dire.

L'iniziativa è curata da Chiara Agostinelli e organizzata dall’Ente Olivieri in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, l’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, il Liceo T. Mamiani di Pesaro e gode del patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro.

Al termine del ciclo, che è da ritenersi valido come attività di formazione per docenti ai sensi della direttiva n. 170/2016, il Liceo Mamiani rilascerà a chi lo richieda un attestato di partecipazione.

Ultimo appuntamento della rassegna presso l’auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio (g.c.), ore 18,00:

venerdì 3 febbraio 2017

Stefano Bartezzaghi, Università IULM di Milano

Il giocoso del Furioso

 
© 2005-2021 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]