Ente Olivieri Pesaro

"Giovanni Valjean, compro la tua anima..."

Venerdì 18 settembre 2015 alle ore 17,30 nella Sala “W. Pierangeli” (g.c.) dell’Amministrazione Provinciale in v.le Gramsci, 4 a Pesaro il prof. Antonio Faeti, ordinario di Storia della letteratura per l'infanzia all'Università di Bologna, tiene una conferenza intitolata


“Giovanni Valjean, compro la tua anima …”
Fantasmi, galere, cantine nella letteratura popolare



Per l’occasione l’Ente Olivieri presenta al pubblico, in collaborazione con gli Amici della Biblioteca Oliveriana, il fondo di letteratura popolare presente in Oliveriana e proveniente dalla biblioteca IRAB di Pesaro. Si tratta di un fondo acquisito alla fine degli anni ’70, in seguito alla soppressione degli Istituti riuniti di assistenza e di beneficenza di Pesaro; più di recente è stato riordinato e catalogato da Brunella Paolini, bibliotecaria presso l’Oliveriana, venendo poi aggiunto al catalogo online della biblioteca.
Il fondo è composto da circa 2.200 volumi: in gran parte romanzi, appartenenti alla cosiddetta letteratura popolare, ma non mancano i classici e sono numerosi anche i romanzi per ragazzi, d’avventura e perfino del genere “rosa”. Sono in prevalenza edizioni dei primi decenni del XX secolo, con le caratteristiche tipiche dell’editoria del tempo e a volte con esiti grafici di notevole effetto. Una sezione del fondo è dedicata a testi scolastici ed educativi, anche in lingua inglese e francese, relativi a varie discipline. Non mancano ovviamente opere del ventennio: testi di propaganda, di storia, di cultura e di “mistica fascista”.
Un fondo così eterogeneo veniva forse giudicato, in altri decenni, un insieme di titoli effimeri, di modesta importanza, popolari e datati. Eppure, per costituire la biblioteca IRAB di Pesaro, si spesero tempo e soldi. Si è dunque pensato che valesse la pena, presentandolo, di interrogarsi sulle scelte educative e didattiche sottese al formarsi di quel fondo bibliografico. Un grande esperto di letteratura popolare come il prof. Faeti ne leggerà dunque gli indizi scoprendo nessi e relazioni, percorrendo «sottopassaggi, cripte, buche e nascondigli», spesso giungendo a conclusioni sorprendenti.


Antonio Faeti (Bologna 1939), dopo aver insegnato per anni alle scuole elementari, è stato titolare della prima cattedra universitaria italiana di Storia della letteratura per l’infanzia al Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna. Ha poi insegnato Grammatiche della Fantasia all’Accademia di Belle Arti di Bologna e ha tenuto corsi annuali di alta formazione in pedagogia nell'ambito di Genus Bononiae, una fondazione culturale e artistica di quella città. Ha pubblicato saggi, romanzi e libri per ragazzi. Fra i suoi libri più conosciuti si ricordano Palomares (1967), un romanzo a fumetti antesignano dei “graphic novel”; Guardare le figure (1972); In trappola col topo. Una lettura di Mickey Mouse (1986); I diamanti in cantina (2001) e, più di recente, Gli amici ritrovati. Tra le righe dei grandi romanzi per ragazzi (2010), Il sillabario e la baionetta. Tre testi per l’unità degli italiani (2011), Guardare le figure. Gli illustratori italiani dei libri per l’infanzia (2011) e La storia dei miei fumetti. L’immaginario visivo italiano fra Tarzan, Pecos Bill e Valentina (2013).


Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.


Info: Biblioteca Oliveriana, tel. 0721 33344 – biblio.oliveriana@provincia.ps.it

 
© 2005-2021 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]