Ente Olivieri Pesaro

Quale memoria

Riflessioni sulla grandezza e decadenza di biblioteche, archivi, musei italini

 

 “Salone della parola” IV 2013
Venerdì 8 novembre, ore 15

Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro

 

Convegno

Quale memoria.
Riflessioni sulla grandezza e decadenza di biblioteche, archivi, musei italiani

Venerdì 8 novembre, a partire dalle 15 avrà luogo presso l’Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, il convegno Quale memoria. Riflessioni sulla grandezza e decadenza di biblioteche, archivi, musei italiani, uno snodo ulteriore dell’edizione 2013 del Salone della parola, una manifestazione ideata e organizzata dalla Biblioteca Oliveriana di Pesaro nell’intento di promuovere il gusto per la conoscenza critica di testi, antichi e moderni, verbali e visivi.Nel 220° anniversario della apertura al pubblico della Oliveriana è parso poi opportuno tessere una specie di apologia delle istituzioni che hanno a che fare con la memoria, passata, presente e futura, quali sono appunto le biblioteche, gli archivi e i musei: una apologia non può esimersi, però, dal denunciarne i difetti, per lo più indotti da condizioni esterne.Parteciperanno così, con brevi interventi, personalità diverse per formazione e ambiti disciplinari, chiamati a riflettere sulla crisi delle istituzioni culturali italiane, in particolare quelle che hanno a che fare con la conservazione, la tutela, la conoscenza e la valorizzazione di quei beni in cui è preponderante la componente storico artistica e documentaria.Dopo il saluto del presidente dell’Ente Olivieri, Riccardo Paolo Uguccioni, il primo intervento sarà quello di Tommaso Paiano, presidente della Associazione Italiana Biblioteche per le Marche e coordinatore del MAB, ossia del sodalizio che è nato lo scorso anno per consociare musei, archivi e biblioteche tanto a livello nazionale che locale. Il direttore dell’Oliveriana, Marcello Di Bella tratterà dei profili attuali delle istituzioni della memoria, mentre la giornalista Paola Guidi informerà sugli ultimi esiti sul fronte della protezione dei beni culturali specialmente dai male intenzionati. Il filosofo Mario Perniola riferirà della pulsione ricorrente per il rogo di libri, reale o metaforico che sia, mentre Alfredo Serrai, “gran bibliotecario” nonché professore emerito di Bibliografia e Storia delle biblioteche dell’Università La Sapienza, offrirà le sue considerazioni sulla inattualità (e dunque il valore non scalfibile) delle biblioteche storiche. Il filosofo Remo Bodei, che attualmente insegna a Los Angeles nella Università della California, parlando di “gratuità del sapere”, ci guiderà al cuore di quella cultura umanistica il cui splendore risiede nel valore assunto dalla conoscenza per se stessa e Tiziana Maffei, direttrice della rete dei musei piceni e componente del coordinamento nazionale dell’associazione internazionale dei musei, presenterà una pubblicazione recente dedicata alla nascita delle istituzioni culturali marchigiane dopo l’Unità d’Italia. Interverrà al convegno anche l’archeologo Neritan Ceka, nuovo ambasciatore in Italia della Repubblica di Albania.

 

L’ingresso è libero previa iscrizione in loco.

 

Questo convegno è  ideato e organizzato dalla Biblioteca Oliveriana di Pesaro in collaborazione con il  MAB Marche (coordinamento marchigiano tra Musei, Archivi e Biblioteche promosso da ICOM, ANAI e AIB).

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; con il patrocinio del MiBAC, il contributo della Regione Marche, la partecipazione della Presidenza della Assemblea legislativa della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune  di Pesaro, della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, della Soprintendenza archeologica delle Marche e dell’Ufficio scolastico provinciale; con il patrocinio della Università degli Studi di Urbino; con la collaborazione del Centro Studi “La  permanenza del classico” della Università di Bologna; con la partecipazione della Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”, dell’Archeoclub d’Italia - Sezione di Pesaro, della Associazione “Salviamo il Centro Storico”, della Società pesarese di studi storici. Contribuiscono anche Formula Servizi Pesaro, La Morciola Cantina Sociale dei Colli Pesaresi e Centrale GPA.

 

Info: Biblioteca Oliveriana Pesaro, tel. 0721 33344, fax 0721 370365, bibio.oliveriana@provincia.ps.it

 
© 2005-2021 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]