Ente Olivieri Pesaro

L'Associazione "Amici della Biblioteca Oliveriana" si è costituita in Pesaro nel 2011 con l'intento di promuovere la cultura, l'istruzione, la formazione e la conoscenza, riunendo i sostenitori della Biblioteca Oliveriana e degli annessi Museo archeologico e Archivio storico in un ambito dotato di un'autonoma organizzazione.

L'iniziativa si deve a cinque soci fondatori, Gianfranco Buscarini, Marcello Luchetti, Silvia Pantanelli, Camillo Piazza Spessa e Salvatore Siena che operano d'intesa con gli organi di governo dell'Ente Olivieri e della Biblioteca e Musei Oliveriani.

L'Associazione intende agire a sostegno delle attività della Biblioteca e del Museo Archeologico attraverso le iniziative elencate nel proprio atto costitutivo e nello statuto.

Coloro che intendono iscriversi sono invitati a scaricare il Modulo di iscrizione e a leggere lo Statuto dell'Associazione. La quota associativa e di € 30,00 annui.

Il modulo di iscrizione, debitamente compilato, dovrà essere inviato per posta o per e-mail ai seguenti indirizzi:

Associazione Amici della Biblioteca Oliveriana
Viale F. Corridoni, 33
61121 Pesaro

e-mail: siena.salvatore@inwind.it

La strada per Pesaro

La strada per Pesaro. Pesaresi d’adozione

Da Kharkov a Pesaro: la storia di Irene Kriwcenko

Per non dimenticare

La rassegna di incontri La strada per Pesaro. Pesaresi d’adozione giunge al quinto appuntamento.

Dopo le appassionanti storie del poeta Nino Pedretti, delle partigiane Lea e Sparta Trivella, del botanico e naturalista Aldo J. B. Brilli-Cattarini e dello scrittore Dino Garrone è la volta di un’altra grande protagonista femminile: Irene Kriwcenko.

 

Un appuntamento che avrà luogo martedì 24 gennaio (nella settimana in cui viene celebrata il Giorno della Memoria per ricordare le vittime della Shoah) alle ore 18.00 presso l’Auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (g.c.) e realizzato dall’Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana” in collaborazione con l’Ente Olivieri di Pesaro e il contributo di Arthemisia Group.

Di origine ucraina, nata a Karkhov nel 1924 – quando già da due anni l’Ucraina è una Repubblica Socialista Sovietica -, nel 1942, poco più che adolescente, Irene Kriwcenko viene deportata dai nazisti a Magdeburgo, in Germania, dove è costretta a vari tipi di lavoro forzato.

Durante la permanenza nel lager della ditta Shäffer und Budenburg conosce un italiano: Ivan Gramaccioni, Militare Internato. Irene e Ivan rimangono nelle baracche dei campi fino al momento della Liberazione, nel ’45, e nel settembre dello stesso anno si sposano in Italia.

Dopo un breve periodo trascorso ad Acqualagna, paese natale di Ivan, la giovane coppia si trasferisce a Pesaro. Irene (che morirà a Pesaro nel 2012), sarà tra i fondatori dell’Inlingua School pesarese e lavorerà come traduttrice ad Ancona, Rimini, Urbino e anche alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro. Nel 2010 è stato pubblicato un interessante volume (vincitore, l’anno dopo, della XII edizione del Premio di Scrittura femminile "Il paese delle donne") intitolato La deportazione femminile. Incontro con Irene Kriwcenko. Da Kharkov a Pesaro una storia in relazione”, curato dalle studiose Maria Grazia Battistoni, Rita Giomprini, Anna Paola Moretti, Mirella Moretti, con la prefazione di Daniela Padoan. Tramite un rigoroso lavoro di ricerca storico-geografica la testimonianza di Irene Kriwcenko è stata posta in relazione dalle stesse Autrici con i tragici avvenimenti dell’epoca e con altre testimonianze di deportazione femminile.

E proprio Maria Grazia Battistoni e Anna Paola Moretti saranno le ospiti relatrici dell’incontro.

Dopo la ricostruzione del percorso biografico di Irene Kriwcenko - affidato alle letture di Jessica Tonelli, Lorenzo Quaranta e Susanna Berti, corredate da un ricco supporto documentario e iconografico (gentilmente messo a disposizione da Elena Gramaccioni, figlia di Irene Kriwcenko) – la parola passerà alle due relatrici.

A Grazia Battistoni spetterà il racconto dell’incontro con Irene e della sua preziosa testimonianza, esemplare intreccio di memoria individuale e storia collettiva.

Anna Paola Moretti inquadrerà la deportazione all'interno della guerra totale e parlerà delle “diverse deportazioni”, dei vari tipi di lager nazisti e delle deportazioni dall'Italia.

Un’attenzione speciale sarà dedicata all’importanza delle memorie delle sopravvissute per comprendere la deportazione femminile, le strategie di sopravvivenza e il trauma del ritorno alla quotidianità e alla “normalità”.

Concluderà la serata un omaggio musicale alla memoria della Shoah del violoncellista Vladimir Zubinski.

Un’altra buona occasione per non dimenticare.

La rassegna di incontri La strada per Pesaro. Pesaresi d’adozione, ideata e diretta da Lucia Ferrati, è dedicata ai “forestieri” di ieri e di oggi: donne e uomini “venuti da fuori” e che per scelta o per destino, per breve o lungo tempo, sono diventati cittadini di Pesaro.  Intellettuali, poeti e scrittori come Bernardo e Torquato Tasso, Giovan Battista Passeri, Giuseppe Picciola, Clarice Tartufari, Dino Garrone, Nino Pedretti, Enzio Cetrangolo, Roberto Dionigi, attori come Annibale e Ave Ninchi, partigiani come Lea e Sparta Trivella, politici come Ernesto Nathan e Marcello Stefanini, nobili e nobildonne come Lucrezia Borgia, Giulio Perticari e Costanza Monti, musicisti come Carlo Pedrotti, Pietro Mascagni, Riccardo Zandonai, Amilcare Zanella, Mario Del Monaco e Luciano Pavarotti, regnanti come Carolina di Brunswick, artisti come i pittori di Villa Imperiale (Raffaellino del Colle, Dosso e Battista Dossi, Agnolo Bronzino, Francesco Menzocchi), o quelli convenuti alla scuola di Giannandrea Lazzarini, e ancora Federico Barocci, Nino Caffè e lo scultore Loreno Sguanci, tipografi come Annesio Nobili, botanici e naturalisti come Aldo J. B. Brilli-Cattarini, sportivi come Riccardo Brusi, religiosi come Giuseppe Bocci, Gianfranco Chiti o Serafina Sforza, testimoni della deportazione nazista come Irene Kriwcenko, ceramisti come Filippo Antonio Calegari, architetti come Filippo Terzi e Luciano Laurana, medici come Cesare Lombroso, per citarne solo alcuni.

Ma anche giornalisti, prefetti e questori e i tanti maestri e professori che hanno cresciuto intere generazioni di pesaresi.

Personalità complesse e carismatiche che hanno lasciato una forte impronta del loro pensiero e della loro opera. E una visione nuova, affascinante e inedita della nostra città.

Letture, materiali iconografici, interventi critici, testimonianze, mostre, spettacoli e performance, contribuiranno, in ogni appuntamento, a raccontare le loro storie.

Con il patrocinio di Provincia di Pesaro e Urbino, Comune di Pesaro (Presidenza del Consiglio, Assessorati alla Bellezza e alla Crescita), Ufficio Scolastico Regionale per le Marche (Ufficio VI – Ambito territoriale della Provincia di Pesaro Urbino) e Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro

L’incontro è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

 

Info www.oliveriana.pu.it; biblio.oliveriana@provincia.ps.it; tel. 0721 33344

Canone filosofico - Invito alla lettura

Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana”
in collaborazione con
Ente Olivieri - Biblioteca e Musei Oliveriani Pesaro

CANONE FILOSOFICO - Inviti alla lettura

Giovedì 29 gennaio 2015, alle ore 17.30, nella Sala consiliare della Provincia di Pesaro e Urbino, Remo Bodei, Professore di filosofia nella Università della California (UCLA), introdurrà alla lettura della Fenomenologia dello spirito di Georg Wihlelm Friedrich Hegel, un testo che può senz'altro essere annoverato tra i caposaldi della cultura occidentale nel suo rapporto con il mondo, umano e naturale: su quest'opera Bodei ha recentemente pubblicato per il Mulino La civetta e la talpa. Sistema ed epoca in Hegel dove ricorda come il filosofo tedesco abbia definito la filosofia come “il proprio tempo appreso col pensiero” ed evocata, in un appunto scritto prima di morire, la “talpa” a significare il lavorio di forze oscure, istintuali, nel cui confronto la “civetta” della filosofia cerca di portare i suoi lumi.

Inizia così una rassegna di “inviti alla lettura” siglata Canone filosofico, ossia di alcuni testi che possono legittimamente formare il patrimonio intellettuale di chiunque voglia avvicinarsi alla storia del pensiero, occidentale e non.
La proposta, che viene dalla Associazione “Amici della Biblioteca Oliveriana” di Pesaro e si realizza grazie alla collaborazione dell'Ente Olivieri e al contributo di Arthemisia Group, è ideata e curata da Marcello Di Bella.
L'iniziativa gode anche del patrocinio e della collaborazione della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro, della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, dell'Università degli Studi di Urbino, dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e di Filosofia in Movimento.
In un certo senso il programma si collega a una tradizione introdotta negli ultimi anni dalla Biblioteca Oliveriana di offrire al pubblico, come un servizio reso alla diffusione di forme di intelligenza critica, approfondimenti o semplicemente sintesi originali di testi letterari e non.
Così gli “Amici della Biblioteca Oliveriana” intendono affiancare la più antica istituzione della città sostenendone il ruolo non solo di conservazione di un patrimonio culturale inestimabile, ma anche, secondo i dettami del suo fondatore, di centro di vita culturale.

Il programma proseguirà, nell'auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, secondo il seguente calendario:

Sabato 7 febbraio, ore 17.30
Da Eraclito a Lucrezio, De rerum natura, introduzione di
Monica Centanni, Università di Venezia

Sabato 14 febbraio, ore 17.30
Adam Smith, Indagine sulla natura e le cause della ricchezza delle nazioni, introduzione di
Domenico Losurdo, Università di Urbino

Sabato 21 febbraio, ore 17.30
Baruch Spinoza, Etica dimostrata secondo l'ordine geometrico, introduzione di
Filippo Mignini, Università di Macerata

Sabato 28 febbraio, ore 17.30
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, introduzione di
Paolo Ercolani, Università di Urbino

Sabato 7 marzo, ore 17.30
Karl Marx, Manoscritti economico-filosofici del 1844, introduzione di
Marco Cangiotti, Università di Urbino

Sabato 14 marzo, ore 17.30
Giacomo Leopardi, Zibaldone dei pensieri, introduzione di
Enrico Capodaglio, Liceo scientifico Guglielmo Marconi Pesaro

Ingresso libero

Informazioni:
“Amici della Biblioteca Oliveriana”, tel. 3492987002, e mail siena.salvatore@inwind.it

Biblioteca Oliveriana Pesaro, tel. 0721 33344, e mail biblio.oliveriana@provincia.ps.it

L'intervento di Salvatore Siena, presidente dall'associazione, in occasione della conferenza di Umberto Eco - 22 luglio 2012

[Download] Presentazione Umberto Eco
 

Informazioni sull'associazione

Il Presidente dell'Associazione, Salvatore Siena, è presente ogni giovedì, dalle 9 alle 13, nelle sale di lettura della Biblioteca Oliveriana, a disposizione dei soci, dei simpatizzanti e di ogni altro frequentatore della Biblioteca che desideri ricevere ulteriori informazioni sugli scopi e sulle attività dell'Associazione


Documenti

[Download] Statuto
[Download] Modulo iscrizione 2018

La presentazione dell'Associazione

[Download] Presentazione associazione 2013

Relazione assemblea soci 2016

[Download] Relazione-2016

Consiglio direttivo

Siena Salvatore, Presidente

Buscarini Gianfranco, Vicepresidente

Pantanelli Silvia, Segretario

Piazza Spessa Camillo, Tesoriere

Luchetti Marcello, Componente


Elenco dei soci

Soci fondatori

Buscarini Gianfranco – Pesaro                                       

Luchetti Marcello – Pesaro

Pantanelli Silvia – Pesaro

Piazza Spessa Camillo – Pesaro

Siena Salvatore – Pesaro

 

Soci ordinari

Alberini Maria Grazia - Pesaro

Andreani Diego - Gradara

Angelotti Antonina - Pesaro

Angelucci Alberto - Pesaro

Apolloni Anna – Pesaro

Arduini Babbucci Germana – Pesaro

Babbucci Emilio – Pesaro

Bertini Franco - Pesaro

Bianchini Luigi Maria - Pesaro

Bracci Roberto - Pesaro

Bruscoli Paolo - Pesaro

Campagnoli Giuseppe - Montelabbate (PU)

Castellani Giorgio - Pesaro

Cenciarini Paola - Pesaro

Cermatori Linda - Pesaro

Colucci Alessandro - Pesaro

Comici Eva - Pesaro

Conti Antonio – Fano

D'Angelo Stefano - Pesaro

De Bellis, Paola - Pesaro

Del Bianco Marco – Novilara di Pesaro

De Michele Maria Antonella - Roma

De Negri Renata - Pesaro

Di Bella Marcello - Pesaro

Di Carlo Carla - Pesaro

Fantinato Maria Teresa - Pesaro

Farina Gianpaolo – Pesaro

Franco Patrizia - Pesaro

Galofaro Angela - Pesaro

Gaspari, Zemira Carlotta - Pesaro

Gentilucci Patrizia - Pesaro

Giombini Pucci Pasqualina - Pesaro

Guardato Angela - Pesaro

Lamaro Paolo - Pesaro

Lassandro Domenico – Bari

Levi Umberto - Pesaro

Livi Vittorio – Pesaro

Malpassi Fiammetta - Pesaro

Mantini Silvia - Pesaro

Marconi Carlo – Pesaro

Marcucci Pinoli Alessandro – Pesaro

Marfoglia Simonetta - Pesaro

Marini Pierfrancesco - Pesaro

Mauri Mario – Pesaro

Milazzo Milena - Pesaro

Moroni Antonio - Pesaro

Nicolini Alberto – Pesaro

Paccapelo Giovanni – Pesaro

Paci Fumelli Daniele - Pesaro

Pagnini Patrizia – Pesaro 

Pallucchini Goffredo - Pesaro

Panici Silvia - Pesaro

Paolucci Rosa - Pesaro

Passanisi Salvatore - Pesaro

Perugini Fulvio - Pesaro

Petrocelli Manuela – Pesaro

Piccini Giovanna - Pesaro

Pierantoni Rosella - Monteciccardo (PU)

Pietravalle, Anna Chiara - Pesaro

Raffaelli Raffaella - Pesaro

Remedi Carla - Pesaro

Rossini Marisa - Pesaro

Santini Giovanni Maria - Pesaro

Scopinigo Mancini Franca - Pesaro

Siena Iole – Roma 

Siepi Giancarlo – Pesaro

Simoncelli Alessia - Pesaro

Sorbini, Paola - Pesaro

Sormani Elena – Pesaro

Taglianetti Luigi - Pesaro

Tinelli Elisa – Fragagnano (TA)

Tornati Giorgio - Pesaro

Uguccioni Riccardo Paolo - Pesaro

Verdesca Maria Perla - Pesaro

Vicari Busetto Anna – Montecalvo in Foglia (PU)

Vivenzio Alberto - Pesaro

                                                       

 

 


                                                    

 

 

 

 

 

© 2005-2017 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]