Ente Olivieri Pesaro

Dieci pezzi facili II - 2010/11

Cose rare preziose o insolite dalla Oliveriana

Sotto il titolo dieci pezzi facili  si cela anche quest’anno una scelta di oggetti “totemici” cioè fortemente simbolici, identificativi, propositivi, utili a costruire la storia complessa, variegata e stratificata dell’Oliveriana, l’istituto culturale più antico di Pesaro e ricco di testimonianze di notevole interesse, non solo locale.

I “pezzi facili”, espressione usata spesso a indicare una raccolta di testi, ad esempio musicali, di tipo propedeutico, richiamano il  titolo di un film statunitense del 1970 che allude a Chopin, il cui protagonista è un musicista la cui esistenza assume una piega diversa dalla carriera concertistica.

Un po’ come accade ai “pezzi” di varia natura, epoca storica, valore venale, che l’Oliveriana,  vuole (ri)proporre al pubblico, sottraendoli per un momento dall’oblio, anche associando nelle presentazioni noti studiosi artefici di nuove o rinnovate narrazioni, di più ampio respiro. Ciò con lo scopo di seminare (buone) idee, a partire dalle cose e dal loro possibile senso.

Il programma, ideato e curato da Marcello Di Bella, direttore della Biblioteca e dei Musei Oliveriani, si realizza con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Pesaro e della Provincia di Pesaro e Urbino e con la partecipazione e il contributo determinante della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro.                                                                                                                                                               

Palazzo Montani Antaldi, ore 17 s.t.


venerdì 5 novembre

ENRICO GAMBA e JÜRGEN RENN,

presentano

Guidobaldo del Monte, Mechanicorum liber, Pesaro 1577

Un archetipo della tecnoscienza europea: in assoluto il primo trattato di meccanica dato alle stampe illustrato da Enrico Gamba, lo storico della scienza che ha studiato in modo particolare il Rinascimento scientifico nel ducato di Urbino e da Jürgen Renn,  Direttore del Max Planck Institut per la storia della scienza di Berlino, un importante istituto europeo che si occupa dell'accesso universale alla conoscenza

domenica 14 novembre

PAOLO FABBRI  e ROBERTO MANTOVANI

presenta 

Il cavo telegrafico sottomarino Otranto – Valona della Ditta Henley di Londra (1864)

In una bella teca di mogano dotata di uno sportello di cristallo si può ammirare questo curioso cimelio della Biblioteca Oliveriana che ci riporta alle origini della comunicazione a distanza.

Il commento è affidato a Roberto Mantovani, docente di Fisica e Direttore del Museo della scienza e della tecnica dell’ Università di Urbino e alle riflessioni del filosofo e semiologo Paolo Fabbri

domenica 21 novembre

GUIDO ARBIZZONI e AMEDEO QUONDAM

presentano

Baldassarre Castiglione, Il cortegiano, presso Aldo Manuzio,Venezia 1533

Il grande manuale filosofico e pratico di comportamento nell'età dei principati nella prospettiva di una nuova edizione critica curata da Guido Arbizzoni, professsore di Filologia umanistica nella Università di Urbino e da Amedeo Quondam, professore di letteratura italiana nella Università “La sapienza” di Roma

domenica 5 dicembre

ANNA SANTUCCI e MARIA ELISA MICHELI, Università di Urbino

“Lucerna mole et eruditione conspicua…” Veri e falsi tra le 1600 lucerne della collezione Passeri

La strepitosa collezione del Museo oliveriano, quasi totalmente invisibile al pubblico è oggetto di studio e catalogazione digitalizzata da parte di stagisti dell'Università di Urbino sotto la guida di Santucci e Micheli e il coordinamento della Soprintendenza archeologica di Ancona.

domenica 12 dicembre

REMO BODEI

presenta

Jacob Brucker e Matthäus Seutter, Historia critica philosophiae a mundi incunabolis ad nostram usque aetatem deducta, Leipzig 1741 -1744

Un grande atlante filosofico e geografico venuto alla luce dai magazzini dell'Oliveriana: un monumento all'enciclopedismo dell'epoca. Un testo prezioso, ricco di suggestioni visive e intellettuali, commentato da un autorevole pensatore italiano, docente, tra le tante altre attività culturali,  nella Università di Los Angeles .

domenica 9 gennaio

MARCELLO LUCHETTI 

presenta

Alessandra Castelbarco Albani e Marco Di Nallo, Bella foris, ludosque domi. Girolamo Genga (1476 - 1551) scenografo e architetto per la corte dei Della Rovere, 2009.

Una tesi di laurea specialistica, ora in una bella veste editoriale,  dedicata alla Villa Imperiale di Pesaro e discussa nel Politecnico di Milano. Una ricerca ricchissima di documenti sulla cultura che ha generato uno dei più begli esempi di architettura tardo rinascimentale è illustrata con gli autori da un profondo conoscitore di questo territorio in epoca medievale e rinascimentale.

domenica 16 gennaio

ANNA FALCIONI e GIOVANNA PATRIGNANI

presentano

La bolla di papa Martino V a Malatesta Malatesti signore di Pesaro, Roma 30 maggio 1422

Una pergamena, esemplare prezioso estratto dal fondo diplomatico della Biblioteca Oliveriana costituito da oltre 2000 documenti ufficiali (secc. XIII – XVIII), illustrato da Anna Falcioni docente di storia medievale della Università di Urbino e da Giovanna Patrignani, deputata della Deputazione di Storia Patria delle Marche

domenica 23 gennaio, Chiesa dell’Annunziata (via dell’Annunziata)

GIOVANNA FRANZONI e QUIRINO PRINCIPE

presentano,

Lodovico Zacconi, Canoni musicali, manoscritto autografo oliveriano 559 [1621]

Il manoscritto rappresenta un documento fondamentale per la teoria e la pratica musicale. Giovanna Franzoni, docente nel Conservatorio di Pesaro, parlerà di Lodovico Zacconi presentando una selezioni di brani  eseguiti dal gruppo vocale “Tonus Peregrinus” diretto da Gabriele Gavagna  cui seguirà un commento di Quirino Principe, un musicologo nonché storico e filosofo della cultura

domenica 30 gennaio

DOMENICO LOSURDO e GIUSEPPE BEDESCHI

presentano

Carlo Marx, Il capitale. Riassunto da Gabriele Deville con brevi cenni sul socialismo scientifico e appendice in risposta alla critica del Marchese V. Pareto. Prima traduzione italiana autorizzata dall’autore, Cremona, a cura del giornale “L’Eco del popolo”, 1893.

L’edizione popolare di un testo che ritorna a suscitare interesse in tutti gli ambienti in cui si riflesse di economia, politica e storia è qui discussa da due filosofi, Domenico Losurdo professore ordinario a Urbino e Giuseppe Bedeschi ordinario nella Università “La sapienza” di Roma, divergenti per impostazione, ma profondi conoscitori dell’autore

domenica 6 febbraio

LAERTE SORINI e GIAN PAOLO BRIZZI

Presentano

Lettere cifrate dall’Archivio personale di papa Albani e il caso della distruzione  di Castro

L’Oliveriana sta inventariando e digitalizzando il poderoso archivio storico della famiglia Albani che diede a Roma Papa  Clemente XI. Dagli antichi documenti sono emerse diverse comunicazioni cifrate dove, tra l’altro, si fa luce sulla tremenda distruzione, con spargimento di sale, della città di Castro (1649). Ne parlano Laerte Sorini, giovane matematico qui in veste di “decrittatore” e Gian Paolo Brizzi, professore ordinario di storia moderna della Università di Bologna

 

Ingresso libero. Info: Biblioteca Oliveriana, tel. 0721 33344;

e mail: biblio.oliveriana@provincia.ps.it

 

Programma Dieci pezzi facili II - 2010/11

[Download] Pieghevole Pezzi facili 2010-2011
 
© 2005-2020 Ente Olivieri Pesaro - Gestito con docweb - [id]